HOME PROFILO GALLERY CURRICULUM SPONSOR LINK CONTATTI

   

   

Enrico Navacchia ha scoperto il karting grazie all' iniziativa del Karting club Cesena:

Piloti per un giorno, svoltasi all'interno della fiera motoristica RUOTANDO RUOTANDO nel novembre del 2005.

Sono bastati pochi giri per capire che quel volante non lo avrebbe voluto più lasciare...

Convinto il babbo, che in gioventù si era già "scottato" in questo sport a ricominciare l'avventura, consapevole delle grandi difficoltà, senza scordare la regola: gareggio per imparare con sportività ed umiltà; nel 2007 partecipa al trofeo nazionale monomarca easykart nella categoria 60. Al suo primo anno di gara ha concluso 24° in classifica nazionale su 106 partecipanti e 12° nell'area Centro-Nord, grazie alla buona posizione di classifica raggiunta ha potuto partecipare alla gara internazionale "Gran Final" del trofeo 2007 a Cervia ma, a causa di una foratura in prova ed una rottura in gara, non ha potuto classificarsi come lui ambiva. Nel 2008 più maturo, sempre concentrato e convinto, continua l'esperienza easykart sempre nella classe 60, riuscendo ha migliorare i risultati della passata stagione a livello nazionale e tagliando il traguardo della gara internazionale disputata a Jesolo, in 13° posizione assoluta su 105 partecipanti. Il 2009 è stato un anno  di transizione con la partecipazione alla classe 60 fino a metà stagione poi, causa il troppo peso e la presenza di nuovi e più veloci motori si è scelto di iniziare la preparazione per il passaggio alla classe 100. Il 2010 inizia con buoni auspici nella nuova categoria raggiungendo il 5° posto alla prima gara, nel seguito della stagione conquista altri buoni risultati fino a salire sul 3° gradino del podio a Cervia. la classifica finale lo vede 7° nel trofeo d'area e 9° assoluto nel campionato nazionale. Nel 2011 parte determinato, speranzoso di raggiungere risultati ancora migliori ma nella carriera di un pilota si annovera sempre un anno particolarmente sfortunato e per Enrico è proprio questo, tempi sempre nelle prime posizioni poi in gara coinvolto in incidenti a volte disastrosi, infine un treno di gomme difettoso ed una malattia gli compromette anche il regionale raccogliendo un 3° posto all'ultima prova di Pomposa. Il 2012 è l'anno del KartGrandPrix categoria preformante e veloce che evidenzia le buone doti di guida e sensibilità di Enrico ma a causa dei costi troppo elevati, nonostante i buoni risultati evidenziati già dalle prime gare si è dovuto interrompere l'avventura prima della fine della stagione agonistica. Nel 2013 ritorno in easykart nella categoria Master, il top della gamma easykart, anche qui Enrico continua a dimostrare le sue capacità ormai maturate di guida e capacità nella preparazione del  mezzo, purtroppo il suo avversario più difficile si rileva come al solito, l'impossibilità di disporre di materiale sempre aggiornato e fresco per gareggiare sempre al meglio, nonostante tutto riesce a salire sul podio diverse volte nel  campionato nazionale, vincere la prima gara del regionale e classificarsi al secondo posto alla fine della stagione. 2014 l'anno della svolta: inizia la stagione con un programma sportivo non definito, saltando le due prime gare in calendario e presentandosi solo alla partenza per la gara di Cervia, poi l'incontro con un amico: Simone Bianchini che visto l'impossibilità di continuare a gareggiare, gli passa il suo materiale (compreso il numero di gara 88), un aiuto economico, logistico e sopratutto morale per la continuazione del campionato, ed ecco la svolta, riparte da Castelletto, presentandosi in pista solo domenica mattina, si classifica 3° poi una serie di vittorie: Corridonia, Lonato, Ottobiano ed infine Jesolo gli permettono di aggiudicarsi il titolo di Campione Italiano 2014 nella categoria MASTER. Questo è il frutto di tanto impegno, umiltà ed è anche la prova del raggiungimento di una maturità sportiva agonistica completa sia in pista che fuori, nella preparazione del kart e delle gare. Senza scordare la pazienza per la figura costante del "babbo meccanico autodidatta" che di sbagli  nella sua carriera ne ha fatti ...

 

Il 2015 è "la solita musica" gareggiamo quando la disponibilità economica lo permettono, mettiamo in programma la gara di Cervia, la gara di casa, un circuito tortuoso che esaltano le doti di guida di Enrico e la felice presenza di Simone e Luca Bianchini lo stimolano fino alla vittoria finale. Per rivedere Enrico in pista bisogna aspettare l'ultima gara in due round del campionato Italiano e la finale internazionale a Lignano che, grazie all'aiuto economico di due sponsor: Romagna Iniziative e Vignali Autotrasporti, gli permettono la partecipazione. Vince la prima ed arriva quinto alla seconda per un guasto tecnico nel campionato tricolore e raggiunge il terzo posto finale nella gara internazionale dopo una interminabile rincorsa dalle qualifiche sfortunate.

 

Il 2016 ...

 

"Un ringraziamento a tutti gli amici ed agli sponsor che mi aiutano nelle partecipazioni delle gare".  
                                                                                                                                   Enrico
 
 
 
2005 2006 2007
2008 2009 2010
2011 2012 2013
2014 Awards 2014 2015
2015 2015 2015
      
 
 

collegamento al sito ACI csai commissione sportiva automobile italia

 
HOME PROFILO GALLERY CURRICULUM SPONSOR LINK CONTATTI

 
 
www.enriconavacchia.com non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.